ASSOCIAZIONE SENONETWORK ITALIA ONLUS
IL NETWORK DEI CENTRI ITALIANI DI SENOLOGIA
home

Protesi al seno


01.01.2019

I numerosi articoli di stampa recentemente pubblicati a proposito del rapporto fra protesi mammarie ed espansori della ditta Allergan Limited  e insorgenza di linfoma anaplastico a grandi cellule (ALCL) ha creato una più che comprensibile preoccupazione nelle numerose pazienti alle quali è stata impiantata una protesi.

La posizione delle istituzioni nazionali e regionali,di Comitati Scientifici Internazionali e della Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica,facilmente reperibile in rete,sottolinea la estrema rarità di questo evento che viene comunque monitorato dal Ministero della Salute. L’Organismo Notificato francese GMED ha richiesto ad Allergan in data 14 dicembre 2018 documentazione aggiuntiva prima di procedere al rinnovo del certificato CE.Nel frattempo l’azienda ha sospeso la fornitura dei dispositivi ed è in corso il ritiro delle scorte rimanenti.

Sulla base di quanto finora emerso Senonetwork condivide la posizione del Ministero che “a fronte di milioni di protesi mammarie impiantate,il numero di casi di ALCL resta comunque estremamente basso e non offre dati statisticamente significativi che possano mettere in correlazione l’impianto con l’insorgenza di questa nuova patologia”.

E’ comunque intenzione di Senonetwork di organizzare un gruppo di lavoro multidisciplinare per dare risposte concrete sui vari problemi che questa evidenza ha creato e per dare chiare indicazioni alle pazienti curate nei centri di senologia italiani e a tutti gli specialisti che in essi lavorano.